rg2.jpg bk-arr%20G.jpg
 

Per chi come me è nato negli anni 50 questo è il periodo della vita in cui il futuro è corto ed il passato lungo ed è il momento in cui si inizia a ragionare sul dopo. Sono anni in cui si gioisce ad avere attorno i nipotini senza l’ansia di doverli educare perché a questo ci devono pensare i figli.

Amo affermare che se avessi profuso nello studio almeno la metà della passione che ho dispensato nei miei tantissimi interessi sarei stato insignito di un Nobel. Aver avuto tante passioni unitamente ad un’innata indole di collezionista mi ha portato ad accumulare molte cose.  

Ho tre nipotini, una femmina e due maschi di 8, 3 e quasi 1 anno. Sarebbe bello vederli giovani ragazzi, di quell’età in cui interessi e passioni iniziano a prendere forma. Lo spero ma chi vive sperando.... Purtroppo loro stanno vivendo uno dei più brutti periodi della nostra storia recente, tra pandemia e guerra. A confronto gli anni ’70, quelli della mia adolescenza, sembrano l’età d’oro e forse lo sono stati per davvero. Ho tanti dischi, libri, fumetti con i quali vorrei fare la stessa cosa che ho fatto con i giochi che furono dei loro genitori: li ho conservati a futura memoria ed infatti ho montagne di Lego e decine di Barbie e ci giochiamo assieme. Ma per dischi e libri bisogna aspettare ancora un po' di tempo. Quindi ho pensato di realizzare questo sito come fosse una guida per un giovane cui spiegare senza presunzione il significato di tutte quelle cose che il nonno gli ha lasciato, tentando nel contempo di fornire una memoria degli anni in cui io avevo la loro età, privilegiando se possibile i ricordi, le emozioni e le sensazioni che mi hanno regalato. L'argomento che ho trattato principalmente è la Musica e tutto ciò che è legato ad essa. Il motivo è semplice: tra le tante mie passioni è quella che non è mai venuta meno. Sono anni che non vedo "Easy Rider", che non leggo i "Peanuts" o "Siddharta", ma "Key to the Highway" me la riascolto almeno un paio di volte l'anno. Per me e per altri della mia età il filo conduttore della nostra vita è stato la musica, quella che genericamente viene definita  "musica rock".

Ho quindi provato, pur essendo profano dell'html, a fare questo sito coinvolgendo alcuni amici che condividono questi interessi. Con RockGeneration proviamo senza presunzione a parlare delle nostre passioni, specialmente relative agli anni '70 e dintorni, mitico periodo, non solo perché eravamo giovani, ma soprattutto perché c’era tanta, ma tanta buona musica.

Giorgio Gotti


Ideato, progettato e realizzato da Giorgio Gotti
Contributi di:  Gabriele Balestrazzi, Bobo51, Franco Bolsi, Antonio Boschi, Roberto Ceresini, Maurizio Ferrari, Giorgio Gotti, Andrea Pintelli, Federico Piva, Alberto Maria Sirocchi, Roberto Sirocchi, Stefano Sorrentino, Taras

bwbt.jpg
L'Amministratore Delegato
clic on the pic